Italia 1866. Storia di una guerra perduta e vinta.

Heyries. Italia 1866. Storia di una guerra perduta e vinta

Hubert HEYRIÈS : Italia 1866. Storia di una guerra perduta e vinta. Bologne, Il Mulino, 2016, 347 p. (collana « Biblioteca Storica »).

Descrizione :

«Gran giorni son questi per l’Italia! Gran guerra!… Così si fanno le nazioni!»

Edmondo De Amicis

«La guerra è cessata, e noi abbiamo ottenuta la Venezia… Ma niuno di noi è contento… Questa guerra ci ha fatto perdere molte illusioni, ci ha tolto quella fiducia infinita che avevamo in noi stessi… Abbiamo visto i focosi italiani andare come le tartarughe… Di chi è la colpa?»

Pasquale Villari

Dichiarata all’Austria da Vittorio Emanuele II il 20 giugno 1866 e conclusa il 3 ottobre con la pace di Vienna, la terza guerra d’indipendenza è stata a lungo sostanzialmente identificata con due sconfitte : quella di terra a Custoza il 24 giugno, e quella sul mare a Lissa il 20 luglio, appena temperate dall’effimero successo di Garibaldi a Bezzecca. Ciò ha relegato in secondo piano il fatto che con l’acquisizione del Veneto essa costituì una tappa fondamentale del processo di unificazione. Una guerra insomma al tempo stesso «perduta e vinta», che il libro affronta sotto una luce nuova, riportando al centro lo svolgimento concreto della campagna militare e l’esperienza dei soldati che la combatterono.

Hubert Heyriès, storico militare, insegna nell’Università Montpellier III. Autore di alcuni volumi su Garibaldi e il garibaldinismo, da ultimo ha pubblicato Les travailleurs militaires italiens en France pendant la Grande Guerre (2014).

il mulinoINDICE :

  • Introduzione
    I. Una guerra di nazioni in gestazione
  • 1. La questione italiana
  • 2. La questione tedesca
  • 3. La questione d’Oriente e le minoranze dell’impero austriaco
  • II. Il gioco della diplomazia
  • 1. Un’accelerazione della storia
  • 2. L’alleanza italo-prussiana
  • 3. Il fallimento della diplomazia
  • III. Sulle ali dell’entusiasmo
  • 1. La strategia della tenaglia
  • 2. La superiorità militare
  • 3. Il sentimento di superiorità morale
  • IV. Cattive impressioni e presentimenti
  • 1. I punti deboli delle forze armate
  • 2. La fragilità degli uomini
  • 3. L’assenza di coesione al comando
  • V. Sconfitte impreviste
  • 1. Custoza
  • 2. Dall’abbattimento alla reazione
  • 3. Lissa
  • VI. Una vittoria inutile
  • 1. La guerra sulle Alpi
  • 2. Condizioni estreme
  • 3. La vittoria sacrificata
  • VII. Una vittoria controversa
  • 1. La rinuncia
  • 2. La disfatta morale
  • 3. La difficile marcia verso la pace
  • VIII. Una sconfitta sublimata
  • 1. Il tempo del rifiuto
  • 2. Il tempo della catarsi
  • 3. Il tempo delle polemiche
  • IX. Flusso e riflusso della memoria
  • 1. Una comunità nazionale
  • 2. L’esaltazione patriottica
  • 3. Un lento processo di «neutralizzazione» memoriale
  • Conclusioni
  • Note
  • Carte
  • Bibliografia
  • Indice dei nomi
  • Les commentaires sont fermés.